#ognivitavale

Dott.ssa Cinzia Ciarmatori

DMV, GPCert (ExAP)
General Practitioner Certificate
Exotic Animal Practice


Specialità: Consulente per Animali Esotici, Selvatici e Non Convenzionali Accreditamento FNOVI per la Medicina e Chirurgia di Piccoli Mammiferi, Rettili e Anfibi

Medicina Integrata (Omeopatia, Omotossicologia, Floriterapia di Bach, medicina energetica...)

Orario: Dal Lunedì al Venerdì (9.00/13.00 - 15.00/19.00)


Chi sono

C'era una volta...

Cinzia Ciarmatori nasce a Jesi il 30 Novembre 1974, un sabato mattina intorno alle 9 e un quarto. La passione e l’interesse profondo per la natura e per gli animali è evidente fin da subito e il suo desiderio di occuparsi della cura delle altre specie viene espresso quando ancora le sue parole sono incerte e il linguaggio un’arte ancora da apprendere. Frequenta il liceo scientifico perché crede possa essere il modo migliore per prepararsi alla facoltà di Medicina Veterinaria, studia per tutta l’estate dopo l’esame di maturità per affrontare l’esame di ammissione all’università. Sceglie di dedicare una tesi sperimentale all’osservazione del comportamento delle scimmie ragno colombiane in cattività, un lavoro lungo mesi che porta avanti con ostinazione e che le regala la laurea con lode. Da sempre immersa nello studio e nella lettura, curiosa e appassionata, comincia ad apprendere e a prepararsi alla professione di Medico Veterinario anche durante gli anni universitari, frequentando un ambulatorio in cui impara silenziosamente e caparbiamente, dedicando il tempo che rimane libero tra lezioni e studio. Lo stesso giorno in cui si laurea riceve una telefonata, potrebbe esserci un posto per lei in un ambulatorio e si presenta al colloquio ponendo una condizione: vuole potersi occupare anche della cura di animali “non convenzionali”, esotici e selvatici. Comincia a lavorare e non si ferma più. Frequenta corsi, congressi e seminari in Italia e all’estero per approfondire le sue conoscenze e dare il meglio di sé nella professione che ha scelto. O che l’ha scelta, direbbe qualcuno. Dal 2006 si occupa esclusivamente di medicina e chirurgia di specie esotiche e selvatiche. E “non convenzionali” sono non solo i suoi pazienti, ma anche le discipline che ha scelto di studiare, non rifiuta nulla a priori e come ricercatrice di Medicina Integrata sceglie un approccio olistico: medicina energetica, omotossicologia, omeopatia, floriterapia di Bach le consentono di approcciare ogni paziente, a qualunque specie appartenga, come un individuo unico e peculiare, senza mai dimenticare le persone con cui gli animali vivono e i legami che tra loro si creano.


Curriculum Vitae